Raccomandazioni

Per un utilizzo consapevole degli integratori alimentari.

1) Informati sempre prima di comprare un integratore alimentare.

Ci sono molte risorse nelle librerie e online. Verifica le informazioni che provengono dai produttori, in quanto possono essere parziali o non veritiere. Recupera materiale da fonti terze affidabili come pubblicazioni scientifiche o agenzie governative.

2) Chiedi il parere al tuo medico o al tuo farmacista prima di assumere un integratore alimentare.

Anche se il tuo medico non è a conoscenza di tutti i prodotti disponibili sul mercato, può evitare di farti commettere un grave errore.

3) Preparati vegetali.

Verifica sempre che sull'etichetta del prodotto siano specificati il nome comune, il nome botanico e la parte della pianta utilizzata.

4) Contatto aziendale.

L’etichetta fornisce il modo di contattare l’azienda se hai domande riguardo ai loro prodotti? Produttori affidabili forniscono sempre il modo per mettersi in contatto con loro. Se ti servono più informazioni riguardo l’integratore che stai assumendo o hai intenzione di assumere, contatta il produttore. Fagli domande riguardo le procedure di produzione dell’azienda ed i controlli di qualità cui vengono sottoposti i prodotti.

5) Pubblicità ingannevole.

Evita prodotti che vantano “cure miracolose”, “scoperte sensazionali” o “nuove scoperte” come quelli che affermano di apportare dei benefici senza mai riportare nessuna avvertenza o effetto collaterale, o sono basati su un “metodo” o “ingrediente segreto”. Queste affermazioni sono spesso ingannevoli ed il prodotto potrebbe contenere sostanze nocive, farmaci o contaminanti.

6) Segnalazione effetti collaterali.

Prendi nota di ogni effetto collaterale che riscontri nel periodo di assunzione del prodotto. Se ti compare uno sfogo cutaneo, o presenti sonnolenza, irrequietezza, ansia, vomito, nausea, diarrea, costipazione o forte emicrania, interrompi l’assunzione dell’integratore. Riporta ogni reazione al tuo medico e compila la “Scheda di segnalazione sospetta reazione avversa a base di piante officinali e a integratori alimentari del ministero della salute”.

7) Operazioni chirurgiche.

Se hai pianificato qualsiasi intervento chirurgico o trattamento medico, incluse operazioni odontoiatriche, chiedi al tuo medico se, ed eventualmente quando, devi interrompere l’assunzione dell’integratore. Alcuni integratori alimentari necessitano di due o tre settimane per non essere più presenti nel tuo corpo, e alcuni di essi potrebbero causare seri problemi durante o dopo un’operazione.

8) Gravidanza e allattamento.

In questi casi assumi solo integratori consigliati dal tuo medico o farmacista poiché, per molti di essi, il profilo di sicurezza a lungo termine non è ancora stato chiarito.

9) Assunzione di farmaci.

Non sostituire nessun farmaco prescritto dal tuo medico con rimedi auto-prescritti senza prima esserti consultato con lui.

10) Condizioni patologiche gravi.

Non assumere prodotti non prescritti per curare il cancro o altre gravi malattie. Non importa cosa viene affermato, se suona troppo bello per essere vero, probabilmente non lo è.

11) Avvertenze.

Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituto di una dieta variata e vanno utilizzati seguendo uno stile di vita sano ed equilibrato. Non eccedere le dosi giornaliere raccomandate. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Si raccomanda di seguire le eventuali avvertenze riportate in etichetta. Si consiglia la supervisione medica nei soggetti in età pediatrica, sopra i 65 anni e con qualsiasi condizione patologica. In generale, le donne in gravidanza e durante l'allattamento non devono assumere integratori alimentari se non in caso di effettiva necessità. L'uso tradizionale o l'impiego clinico delle sostanze riportate in questo sito non va inteso come prescrizione medica. Non assumere in caso di ipersensibilità ad uno qualsiasi degli ingredienti presenti nelle formulazioni. Eventuali variazioni di colore, sapore e/o odore, in alcuni prodotti, sono dovute alla presenza di ingredienti naturali.

12) Prodotti illegali.

Evita prodotti che vantano di trattare una vasta varietà di malattie non correlate tra loro. Se un integratore afferma che può diagnosticare, trattare, curare, o prevenire malattie, con affermazioni del tipo “curare il cancro”, “fermare la crescita tumorale” o “curare la sclerosi multipla”, il prodotto è venduto illegalmente come un farmaco.

13) “Naturale”.

Si consapevole che l’uso del termine “naturale” in un prodotto erboristico e in un integratore alimentare, non è garanzia di sicurezza. Piante velenose, come la cicuta, per esempio, sono naturali ma non sicure.

14) Esperienza pluriennale.

Tieni in considerazione il nome e la reputazione del produttore o del distributore. Le aziende conosciute nel settore nutraceutico, con esperienza pluriennale, sottopongono i loro prodotti a severi controlli di qualità poiché hanno una solida reputazione da difendere.