Vitamina C: 1g al giorno leva il medico di torno!

Una recente pubblicazione ha raccolto i dati e fatto il punto intorno agli studi clinici sull’integrazione di vitamina C e le infezioni dagli anni ’70 ad oggi. Qui un approfondimento sui benefici contro il raffreddore.

Con l’arrivo della brutta stagione, la condizione maggiormente diffusa, senza distinzioni geografiche o anagrafiche, è senz’altro il raffreddore comune. Si tratta, infatti, della causa principale di malattia e di visite mediche nei paesi ad alto reddito, e la prima causa di assenza dal lavoro e da scuola. Il peso economico del raffreddore comune, riporta lo studio, è paragonabile a quello dell’infarto o dell’ipertensione.

 Tra gli studi riportati si può leggere che in media un dosaggio di 1g al giorno di vitamina C accorcia la durata del raffreddore negli adulti di circa il 6%, nei bambini del 17%; 2g al giorno, invece, riducono il periodo di raffreddore del 21% negli adulti e del 26% nei bambini. Sinteticamente, un maggior dosaggio aumenta l’effetto benefico della vitamina C.

 In diversi studi si riporta che 1g al giorno di vitamina C ha alleviato le complicazioni del raffreddore comune: sono documentate diminuzioni fino all’89% di attacchi d’asma e di iperreattività bronchiale nei pazienti non asmatici.

 Sebbene la vitamina C sia abbondantemente consumata e la sua integrazione caldeggiata, l’autore della review auspica ulteriori e più specifici approfondimenti clinici sul ruolo della vitamina C nelle infezioni.

 

Bibliografia
Hemilä H. Vitamin C and Infections. Nutrients. 2017 Mar 29;9(4).

 

 

Scopri C complex 1000, l’integratore di vitamina C e bioflavonoidi da agrumi a rilascio graduale di LongLife.

 

Leggi altri articoli per scoprire tutti i benefici della vitamina C:

Vitamina C e cuore: è amore

Vitamina C e sport: diminuisce la broncocostrizione

Açai, potere antiossidante fondamentale per le donne!

 

© Developed by CommerceLab