La nostra storia

19851990

Fondazione

Tutto cominciò da via Crivelli

È il 1985. In una Milano fervente di progetti, sogni e ambizioni, quattro intraprendenti giovani scelgono come quartiere generale della loro avventura imprenditoriale un piccolo ufficio della centralissima Via Crivelli. Nasce così la Phoenix srl, una tra le prime realtà italiane ad importare dagli USA prodotti talmente rivoluzionari per l’epoca, che non esiste neppure una categoria merceologica di riferimento. In America, dove venivano utilizzati con successo da anni, si chiamano nutritional supplements ma qui in Italia, patria della ben più nota dieta mediterranea, oltre a non avere un nome, sono pressoché sconosciuti.

Continua a leggere...

Ed è così che, spinti da una motivazione irrefrenabile e da un credo fortissimo, fra giornate no stop, notti insonni, una multa dietro l’altra per divieto di sosta, la continua spola tra Italia e Stati Uniti, la Phoenix srl partecipa ad una innovativa fiera nella capitale meneghina sul tema della salute naturale, Herbora, e presenta i suoi primi, pionieristici prodotti: Betacarotene, potente carotenoide per la salute della vista e della pelle, e Magnesium 375, destinato a diventare, anche se allora era davvero una scommessa, un top seller da oltre un milione di confezioni.

Le offerte commerciali sono scritte a penna su fogli intestati a mano, e i “no, grazie” dietro l’angolo. Ma l’entusiasmo è tale che neanche l’ostentata diffidenza da parte del medico più scettico o del farmacista più conservatore potrebbe scalfirlo. D’altra parte, il nome commerciale di questa piccola linea di lancio, scelto con visionaria lungimiranza, contiene già la previsione del suo futuro successo: LongLife, lunga vita, non è solo una promessa di benessere, bensì quello che si sarebbe trasformato in un vero e proprio sinonimo di eccellenza qualitativa che avrebbe invaso, nei decenni successivi, farmacie ed erboristerie di tutta Italia.

19902000

Sviluppo

L'illuminazione del giallo

Dopo gli anni di rodaggio, la linea conta circa una ventina di referenze, fanno la comparsa i primi collaboratori, e gli uffici di via Crivelli cominciano a diventare stretti. La nuova sede viene così aperta nell’hinterland, a Peschiera Borromeo. I locali sono più ampi e modulari: un’azienda che matura ha bisogno di spazio. Soprattutto per creare un vero e proprio magazzino dove ospitare un numero crescente di prodotti. E nuovi uffici, dai quali gestire i concessionari, con i quali comincia una proficua collaborazione ai fini di ampliare la distribuzione, anche al di fuori dell’area milanese.

Continua a leggere...

Le energie che è necessario profondere in questa fase sono infinite, l’impegno è massimo da parte di ognuno: dalle fatture, alle confezioni, dalle forniture, fino alle consegne, tutti fanno tutto con il sorriso sulle labbra e la gioia nel cuore. Ma anche con la consapevolezza di chi sta gettando le fondamenta di un progetto dal potenziale immenso. Anche il design dei packaging e la grafica delle etichette è gestita in casa. Dapprima, quando la linea è ridotta, si sceglie di dedicare un colore ad ogni prodotto, un arcobaleno di soluzioni naturali per promuovere il benessere e ridurre i disturbi più diffusi, negli anni in cui comincia a farsi strada l’idea che determinati stati carenziali possano essere corretti anche senza l’impiego di farmaci.

Quando poi la gamma comincia ad essere più estesa, e le sfumature rischiano di essere troppo numerose e poco distinguibili, è necessario fare una scelta. Serve un colore solare, ben visibile sul punto vendita, riconoscibile. Un colore di cui appropriarsi per trasmettere a chiunque quello stesso entusiasmo e positività che è stato sin dal principio il motore di tutto. Si decide così di puntare tutto sul giallo, dal tappo all’etichetta, che diventerà l’elemento di identità visiva più costante e continuativo tra tutti quelli che si succederanno.

20002005

Consolidamento

Il salto verso l'indipendenza

I prodotti LongLife crescono di numero e cominciano ad assumere notorietà come “quelli del tappo giallo”. Al contempo, a livello internazionale, si diffondono i primi studi scientifici su come la supplementazione di certe sostanze possa contribuire a contrastare alcune patologie. Nasce così il primo catalogo LongLife destinato al corpo medico scientifico, preziosissimo strumento di presentazione e di raccolta della sempre più ricca bibliografia di riferimento sull’efficacia dei diversi principi attivi impiegati.

Continua a leggere...

Sono anni di grandi cambiamenti. Dall’essere considerati preparati dalle dubbie funzioni, il successo di quelli che oramai sono identificati, sia presso gli addetti ai lavori che presso il grande pubblico, come integratori alimentari, comincia ad assumere dimensioni tali che si rende necessario l’intervento di una normativa unificata e istituzionale in materia. Da Peschiera Borromeo inizia così un vero e proprio pellegrinaggio settimanale verso il Ministero della Salute dove è necessario notificare ogni singolo prodotto LongLife. In quel periodo i viaggi, le attese, le salite e le discese lungo le infinite scalinate dei prestigiosi palazzi romani impegnano molto tempo e fatica ma ogni briciola di energia è ben spesa.

Tuttavia l’evento più significativo è quello che imprime una svolta cruciale e fortunata all’intera azienda: passare dall’essere semplici importatori a veri e propri produttori indipendenti. Nasce così in principio la prima linea di confezionamento e, a distanza di pochi anni, la prima linea produttiva. È questa la strada per attuare il contenimento dei costi necessario a immettere sul mercato prodotti altamente competitivi. Ma soprattutto per internalizzare un processo di controllo e che assicuri l’assoluta eccellenza qualitativa di filiera sul più ampio numero possibile di fasi.

20052015

Espansione

Di relazione in relazione

I tempi sono maturi per rafforzare la presenza di LongLife su tutto il territorio nazionale. È arrivato il momento di strutturare una vera e propria rete di vendita ed essere così in grado di cogliere le diverse esigenze di salute che si caratterizzano lungo la penisola. Sono anni di crescita vorticosa, fitti di presentazioni, nuovi incontri, conoscenze, relazioni: la maggior parte di queste si rafforzerà e consoliderà negli anni a seguire. Il tutto accompagnato dal sottofondo gioioso e variopinto degli svariati accenti e delle colorite inflessioni dialettali che, da nord a sud, mano a mano si aggiungono al coro degli entusiasti sostenitori della qualità LongLife.

Continua a leggere...

Un impulso vigoroso viene dato dal marketing: fiere, eventi, convegni, merchandising, oltre ad un controllo meticoloso degli allestimenti per i punti vendita, ogni canale è fondamentale affinché sempre più persone, professionisti della salute e consumatori, possano conoscere e apprezzare lo straordinario potenziale e l’efficacia di una gamma completa di fitoterapici e nutraceutici. Importantissima a questo proposito si rivela essere la guida ai prodotti rivolta al pubblico, piccolo ma ricchissimo concentrato di tutta l’offerta LongLife, che negli anni aumenterà il numero di pagine e di contenuti in proporzione all’ampiezza della linea, che supera oramai le 200 referenze.

Ma soprattutto è il momento di non fermarsi, di continuare a promuovere la ricerca di prodotti efficaci ed innovativi. Ecco che nasce, ad arricchire e completare la proposta LongLife, la linea micoterapica: undici preparati a base di funghi medicinali, preziosissimi rimedi ispirati dalle millenarie medicine orientali.

2015OGGI

Nuovi orizzonti

L’evoluzione della specie

Per aspera ad astra: nessuno oramai mette in discussione l’importanza dell’integrazione alimentare. Anche in presenza di una alimentazione sana ed equilibrata sono molti i fattori (l’inquinamento, l’impoverimento dei terreni di coltivazione, i metodi di cottura di certi cibi, ecc.) che rendono utile, se non necessario, assumere un supplemento nutrizionale. Sono sempre più numerose le persone, professionisti della salute e consumatori, che scelgono la medicina integrata.

Continua a leggere...

LongLife, che può a pieno diritto annoverarsi il merito di avere contribuito alla diffusione di questa cultura della salute naturale, non dorme certo sugli allori. La partecipazione alla grande Expo universale di Milano, un filmato istituzionale girato da Igor Borghi, un sito web completamente rinnovato, l’apertura della pagina Facebook dedicata, l’istituzione di una newsletter mensile, l’ampliamento e la totale ristrutturazione della sede, e poi ancora interviste, convegni, fiere, certificazioni di qualità, ricerche ad hoc, sono solo alcune delle operazioni messe a segno in tempi brevi e densi di attività, progetti, nuovi lanci.

La linea supera oramai le 250 referenze e accade l’inevitabile: i confini nazionali risultano troppo angusti. Portare nel mondo l’eccellenza LongLife made in Italy è il compito assegnato al neo-nato dipartimento di business development dedicato ai mercati stranieri. E i primi successi non tardano a arrivare: Ukraina, Cina, Russia, Turchia, Portogallo, i contatti e gli accordi con agenti e distributori esteri si moltiplicano a gran velocità. E siamo solo all’inizio.

Anche perché l’azienda non smette di evolversi e porsi nuovi, ambiziosi obiettivi. Primo tra tutti quello di non essere percepita esclusivamente come una delle migliori realtà nel settore dell’integrazione bensì come un vero e proprio mondo di riferimento, all’interno del quale chiunque possa trovare consigli, spunti, notizie, informazioni e dati a 360 gradi su salute, prevenzione, bellezza, principi naturali e scienza. Un vero e proprio sistema di benessere naturale completo e integrato per una vita non solo lunga ma, soprattutto, sana, equilibrata, felice. E come tutte le più belle storie anche questa continua...

...this is not the end!